Ti trovi in:

Servizi Demografici e Funerari » Stato civile » Cittadinanza

Cittadinanza

di Giovedì, 12 Marzo 2015 - Ultima modifica: Venerdì, 26 Giugno 2015
Immagine decorativa

La cittadinanza è la condizione della persona fisica alla quale l'ordinamento giuridico di uno Stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici.
La cittadinanza italiana si basa sul principio della discendenza per il quale è italiano il figlio nato da padre italiano e/o madre italiana.I cittadini stranieri, residente legalmente in Italia, possono richiedere l'acquisto della cittadinanza nei casi sotto indicati.

Data di inizio pubblicazione 12/03/2015

Interessante per chi è...
Come fare / Cosa fare

Cittadinanza a straniero residente, discendente da avo italiano (art. 1 legge 91/1992)

Il cittadino straniero, residente legalmente in Italia, discendente da avo cittadino italiano, può richiedere il riconoscimento della cittadinanza italiana con domanda (in carta da bollo) indirizzata al Sindaco del comune di residenza.
I residenti all'estero devono rivolgersi al consolato italiano competente per territorio.
Alla domanda devono essere allegati:
- estratto dell'atto di nascita dell'avo italiano emigrato all'estero;
- atti di nascita relativi agli ascendenti del richiedente;
- atti di matrimonio dell'avo emigrato e di tutti i discendenti;
- atti di morte dell'avo emigrato e di tutti i discendenti;
- certificato rilasciato dall'autorità dello stato estero che attesta la non naturalizzazione straniera dell'avo emigrato o la data dell'avvenuta naturalizzazione.
Gli atti di nascita, matrimonio e morte devono essere in testo integrale con le eventuali annotazioni / correzioni presenti negli atti.
I documenti formati da autorità straniere devono essere tradotti ed eventualmente legalizzati o apostillati a norma di legge.
Ulteriori documenti possono essere richiesti dall'ufficio per gli accertamenti prescritti dalla legge.

Cittadinanza per filiazione di straniero maggiorenne (art. 2, comma 2 legge 91/1992)

Il cittadino straniero maggiorenne, se riconosciuto da cittadino italiano, può, entro un anno dalla data del riconocimento, dichiarare di voler acquistare la cittadinanza italiana.
L'acquisto è efficace dal giorno successivo a quello in cui è stata resa la dichiarazione.
L'interessato deve esprimere la volontà di divenire cittadino italiano con dichiarazione resa all'Ufficiale dello stato civile del comune di residenza o presso il Consolato Italiano competente per territorio.
Alla domanda devono essere allegati:
- atto di nascita legalizzato e tradotto a norma di legge;
- atto di riconoscimento;
- certificato di cittadinanza del genitore;
ricevuta di versamento del contributo governativo di € 200,00.

Cittadinanza a figlio di genitori stranieri, nato in Italia (art. 4 legge 91/1992)

Il figlio di genitori, entrambi stranieri, nato in Italia e residente in Italia legalmente e senza interruzioni fino al raggiungimento della maggiore età, può acquistare la cittadinanza italiana. L'interessato deve esprimere la sua volontà di divenire cittadino italiano con dichiarazione resa all'Ufficiale dello stato civile del Comune di residenza. Tale dichiarazione può essere resa tra i 18 e i 19 anni d'età.
Alla domanda devono essere allegati:
- fotocopie permessi di soggiorno (anche pregressi);
- ricevuta di versamento del contributo governativo di € 200,00.

Cittadinanza per matrimonio con cittadino italiano o per residenza in Italia (artt. 5 e 9 legge 91/1992)

La richiesta deve essere fatta direttamente alla Prefettura competente per territorio e NON al Comune di residenza.
La cittadinanza può essere concessa con decreto del Presidente della Repubblica nei casi di:
matrimonio con cittadino italiano (art. 5) - requisiti:
essere cittadino straniero, coniugato con cittadino italiano da almeno due anni e legalmente residente in Italia, oppure dopo tre anni dalla data di matrimonio se residente all'estero, a condizione che non sia intervenuto lo scioglimento del matrimonio e non sussista la separazione personale dei coniugi. I termini di cui sopra sono ridotti della metà in presenza di figli minori nati dai coniugi.
per residenza in Italia (art. 9) - requisiti:
straniero non comunitario che risiede legalmente da almeno dieci anni nel territorio italiano; cittadino di uno Stato membro dell'Unione Europea che risiede legalmente da almeno quattro anni nel territorio italiano; apolide o rifiugiato politico che risiede legalmente da almeno cinque anni nel territorio italiano; straniero del quale il padre o la madre o uno degli ascendenti in linea retta di secondo grado sono stati cittadini per nascita o che è nato nel territorio della Repubblica e, in entrambi i casi, vi risiede legalmente da almeno tre anni; straniero maggiorenne, adottato da cittadino italiano, che risiede legalmente nel territorio italiano da almento cinque anni successivamente all'adozione; straniero che ha prestato servizio, anche all'estero, per almeno cinque anni alle dipendenze dello Stato Italiano.
Il decreto di concessione della cittadinanza non ha effetto se la persona cui si riferisce non presta giuramento presso l'Ufficio di stato civile del comune di residenza, entro 6 mesi dalla notifica del decreto stesso.

Informazioni sulla modulistica

Ulteriori informazioni in merito all'acquisto e al riconoscimento della cittadinanza italiana potranno essere acquisite consultando il sito del Ministero dell'Interno.

Classificazione dell'informazione

Servizio

Demografici

Informazioni di contatto, orario per il pubblico, competenze, personale assegnato e altre informazioni utili.
Argomento

stato civile

stato civile

Riferimenti:

di Domenica, 21 Ottobre 2018

Domanda per la richiesta della cittadinanza italiana per naturalizzazione ai sensi dell'articolo 9, comma 1, legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni.

Servizio di competenza: Demografici Argomento: stato civile
di Domenica, 21 Ottobre 2018

Istanza di conferimento della cittadinanza italiana ai sensi dell’articolo 5 della legge 5 febbraio 1992, n. 91 e successive modifiche e integrazioni, con contestuali dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. n.445/2000 come modificato dalla legge 12 novembre 2011, n. 183.

Servizio di competenza: Demografici Argomento: stato civile
di Domenica, 21 Ottobre 2018

Istanza di riconoscimento del possesso dello status civitas italiano a cittadino straniero di ceppo italiano.

Servizio di competenza: Demografici Argomento: stato civile
Questionario valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam