Ti trovi in:

Servizi Demografici e Funerari » Stato civile

Stato civile

di Giovedì, 12 Marzo 2015 - Ultima modifica: Giovedì, 08 Ottobre 2015
Immagine decorativa

L’Ufficio di Stato Civile si occupa di eventi specifici della vita quali: la cittadinanza, la nascita, il matrimonio che accadono nel territorio del Comune di Peio, o che, accaduti altrove, riguardano cittadini qui residenti.

Per ognuna di queste materie, l’ufficio ha la competenza a redigere i registri, aggiornare tutti gli atti concernenti lo stato civile e rilasciare certificati ed estratti:
cittadinanza (tutti gli atti e provvedimenti concernenti la perdita, la conservazione ed il riacquisto della cittadinanza italiana)nascita (dichiarazione di nascita, riconoscimenti filiazioni naturali, trascrizione atti ricevuti dal direttore sanitario o provenienti dall’estero, sentenze e provvedimenti stranieri di volontaria giurisdizione relativi alla nascita, decreti di cambiamento o aggiunta nome o cognome, provvedimenti in materia di adozione)matrimonio (pubblicazioni matrimoniali, atti di matrimoni celebrati davanti all’ufficiale di stato civile, riconciliazioni, trascrizioni matrimoni celebrati dinnanzi ad un ministro di culto (concordatari ed acattolici), atti trasmessi da altri comuni o dall’estero, divorzi).

Normativa di riferimento:

DPR 3 novembre 2000 n.396 regolamento dello stato civile. 
Artt.449 - 455 Codice civile.

Posizione GPS

Informazioni correlate:

Area tematica

Servizi Demografici e Funerari

Sezione dedicata ai servizi demografici del Comune di Peio
Immagine decorativa

La denuncia di nascita è obbligatoria in base al D.P.R. 3 novembre del 2000, n. 396 e consiste nel dichiarare all'Ufficiale dello Stato Civile l'avvenuta nascita di un bambino.

Immagine decorativa

Quando si verifica un decesso occorre effettuare la dichiarazione di morte entro ventiquattro ore presso l’ufficio comunale di stato civile.

Immagine decorativa

L'istutito del matrimonio è disciplinato dagli artt. dal n. 50 al n. 70 del d.P.R. 3 novembre 2000, n. 396 e con esso si intende l'unione tra due coniugi.

Immagine decorativa

La legge 20 maggio 2016 n.76 ("Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze"), pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 118 del 21 maggio 2016, è entrata in vigore il 5 giugno 2016.

Immagine decorativa

L'art. 12 del Decreto Legge 132/2014, convertito con modificazioni dalla Legge 162/2014, ha introdotto a decorrere dall'11.12.2014 la possibilità per i coniugi di sottoscrivere dinanzi all'Ufficiale dello Stato civile un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle condizioni di separazione o divorzio.

Immagine decorativa

La cittadinanza è la condizione della persona fisica alla quale l'ordinamento giuridico di uno Stato riconosce la pienezza dei diritti civili e politici.
La cittadinanza italiana si basa sul principio della discendenza per il quale è italiano il figlio nato da padre italiano e/o madre italiana.I cittadini stranieri, residente legalmente in Italia, possono richiedere l'acquisto della cittadinanza nei casi sotto indicati.

Immagine decorativa

Chi ha avuto attribuito alla nascita un nome composto da più elementi può dichiarare per iscritto all’Ufficiale dello Stato civile del luogo di nascita l’esatta indicazione con cui, in conformità alla propria volontà e all’uso fattone, devono essere riportati gli elementi del nome nelle certificazioni di stato civile ed anagrafe.

Immagine decorativa

Sono rilasciabili tramite terminale esclusivamente i certificati e gli estratti per riassunto di nascita, di matrimonio e di morte.

Immagine decorativa

Con legge 22 dicembre 2017, n. 219, in vigore dal 31 gennaio 2018, il Parlamento ha approvato le “Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento” (DAT), note anche come “biotestamento”.

Questionario valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam